Campania. Congresso regionale Pd, Renzi chiama i suoi a Roma

Bandiere del Pd

Bandiere del Pd

di Gennaro Carotenuto

Appuntamento a Roma nel pomeriggio. Intorno ad un tavolo si siederanno renziani della prima e della seconda ora, all’ordine del giorno la scelta del candidato in vista del congresso regionale del Partito Democratico che si svolgerà il prossimo 16 febbraio. In pole ci sarebbe il consigliere regionale Mario Casillo, sostenuto dal gruppo di renziani che è stato determinante nella vittoria in Campania di Renzi alle primarie dell’8 dicembre.

All’appello manca al momento proprio il rappresentante del gruppo maggioritario del Partito Democratico, dopo che gli altri contendenti hanno già annunciato da tempo la propria candidatura. Michele Grimaldi, 31enne ex segretario regionale dei Giovani Democratici, addirittura aveva ufficializzato la sua candidatura nell’ottobre del 2013, Guglielmo Vaccaro, deputato e “braccio destro” di Enrico Letta in Campania, aveva utilizzato il primo tweet del 2014 per dire che in corsa c’è anche lui e che oltre a poter godere del sostegno dei lettiani campani potrà anche avere dalla sua il sostegno degli ex dalemiani.

Sul fronte gruppo Renzi, invece, quanto mancano poco più di 48 ore al termine ultimo per la presentazione delle candidature, previsto per sabato 25 gennaio alle ore 20,00, al momento manca ancora un nome che possa rappresentare una giusta sintesi.

Nel pomeriggio di oggi si siederanno intorno ad un tavolo il responsabile nazionale welfare del Pd, Luca Lotti, la responsabile del Mezzogiorno Pina Picierno, il viceministro e sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, il capogruppo in regione Campania Lello Topo, e il consigliere regionale Mario Casillo obiettivo raggiungere una sintesi e decidere il candidato.

Ad onor del vero i nomi che circolano sono diversi, così come i veti incrociati. Da una parte ci sono i cosiddetti renziani della prima ora, ovvero Francesco Nicodemo, attuale membro della segreteria Nazionale, e che punta su Pasquale Granata, direttore dell’Anci Campania, pronto anche a scendere in campo in prima persona. Dall’altra i renziani della seconda ora, ovvero quel gruppo di politici espressione del territorio campano, che in occasione delle primarie dell’8 dicembre hanno determinato la vittoria del sindaco di Firenze in Campania, e che sostengono la candidatura del consigliere regionale Mario Casillo.

Commenti

commenti